Archivio

Il Fact checking, i Fact checker e la loro piattaforma

3 Lug , 2013    Autore:   

Come e dove si pratica il Fact checking

Le procedure di fact checking (o verifica dei fatti) prevedono il monitoraggio delle notizie attraverso la verifica delle fonti, dei documenti e  delle dichiarazioni dei soggetti coinvolti, sfruttando l’opportunità offerta dalla Rete e dal giornalismo civico. Attorno a questo modus operandi si costituiscono delle vere e proprie comunità i cui membri sono chiamati a partecipare ad una sorta di ecologia informativa. Ma la verifica delle fonti, delle dichiarazioni e dei fatti alla base della notizia non fa già parte del lavoro del giornalista, mi chiederete voi? Si, già ne fa parte. Ma dopo anni all’insegna di un’informazione superficiale e scorretta, di flash news e infotaiment, è necessario riappropriarsi dell’idea e dell’esigenza di un’informazione approfondita e di qualità, facendosi controllori di chi comunica il falso per negligenza o dolo. Inoltre, a causa dell’incursione prepotente del mercato nelle redazioni, le pratiche di costruzione della notizia sono state profondamente influenzate dal marketing, che preferisce dei fatti confezionati per essere venduti al grande pubblico a un’informazione attendibile, veritiera e di qualità. E a questa deriva dell’informazione bisogno reagire, divenendo parte attiva nel monitoraggio di chiunque pretenda di informarci, e a questo incita la pagina di presentazione della prima piattaforma italiana per il fact checking: “se hai ascoltato, letto, appreso una notizia o una dichiarazione che credi sia falsa, imprecisa, dubbia, da oggi puoi verificarla con il Fact cheking”. Factchecking.civiclinks.it è nata nel 2012 per opera della fondazione < Ahref ed è ispirata dai principi di accuratezza, imparzialità, indipendenza e legalità. Il funzionamento della piattaforma è molto semplice: dopo aver effettuato la registrazione si può proporre una notizia da verificare, corredata dal nome dell’autore e dalla fonte. Una volta ricevuto la richiesta di verifica, la comunità degli iscritti alla piattaforma si adopera per ricostruire i fatti e verificare le fonti utilizzate e, nel caso, correggere la notizia, per adeguarla agli alti standard di accuratezza, imparzialità, indipendenza e legalità che ogni notizia dovrebbe possedere fin dalla sua genesi. La comunità è composta da addetti ai lavori e semplici cittadini-giornalisti che si guadagnano sul campo la loro credibilità tramite dei livelli di reputazione, che attestano quanto la comunità della piattaforma ha fiducia del Fact cheker e ritiene affidabili i contenuti che produce.  

 Photo (from Deviantart.com): Check Mark and Box by ~babylonica

 

(Visited 99 times, 1 visits today)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *